martedì 4 luglio 2017

Proiezione del film documentario, Full Circle - The Kostabi story al Castello Episcopio di Grottaglie

Eurybia Films è felice di annunciare la proiezione  del film documentario "Full circle - the Kostabi story" di Sabrina Digregorio

L'incontro è stato organizzato dalla libreria Mondadori di Grottaglie in collaborazione con l'associazione "Cìosa" nell'ambito della rassegna culturale "Racconti"
MODERA L'INCONTRO: Cataldo Zappulla - giornalista
INTERVIENE: Sabrina Digregorio- regista 


Chi è Mark Kostabi? E’ uno dei figli dell’America di Andy Warhol, quella dello show biz e di Mtv? E' l'artista figurativo dall’animo europeo che ha fatto sua la metafisica di De Chirico e con la sua factory, il Kostabi world, l’artigianalità delle botteghe rinascimentali? Il film documentario segue i percorsi creativi e immaginari di Kostabi fra New York e Roma.
La sua immaginazione ci guida, tra fantasia e realtà, attraverso un paese delle meraviglie pop e visionario, abitato da critici internazionali e da personaggi come Suzanne Vega e Michel Gondry visti attraverso la lente deformante del "The Kostabi Show" e un mentore come la leggenda del jazz Ornette Coleman. Questo film documentario non è solo la biografia di una figura di spicco del movimento artistico dell’East Village, ma il racconto interiore di un artista controverso.

Grottaglie (Taranto)
Castello Episcopio
Largo Maria Immacolata
ore 20:30
ingresso libero

Le bianche ombre di Mark Kostabi


Le bianche ombre di Mark Kostabi

Full Circle: The Kostabi Story di Sabrina Digregorio, già autrice del documentario Finding Joseph Tusiani: The Poet of Two Lands, è una Full immersion nella creatività immaginifica del pittore Mark Kostabi. In questo documentario le immagini si inseguono in un moto circolare, come in quella circolarità degli sguardi rivolti verso il cielo (di New York, di Roma) incorniciato dai tetti dei palazzi e dalle architettoniche geometrie dei grattacieli. Gli occhi di Digregorio ritagliano i contorni delle immagini per le bianche ombre di Kostabi, fantasmi del mondo della pittura e dell’arte. Ombre che sembrano rivestirsi dei colori e delle tonalità della passione. I dipinti di Kostabi e le immagini di Digregorio ambiscono a tratti e a linee che sappiano ridisegnare figure leggere e restituire allo sguardo gli slanci delle illusioni, tanto che si potrebbero attribuire alla regista le parole dette da Kostabi nel film: “… Altre volte mi piace guardare nell’anima e nel cuore degli amanti che raggiungono cime euforiche di passione. Occasionalmente”.
La libertà e il piacere dell’arte, le ambizioni e il successo, la creatività artistica come investimento, ma anche l’inquietudine e la solitudine, il desiderio dei corpi e il loro mancarci, i ricordi, la danza alata degli angeli (sappiamo che solo gli angeli hanno le ali!), sono la forma di questo documentario.
In Full Circle le immagini sembrano essere granelli di sabbia, qualcosa di instabile e di imprevedibile nel loro stesso muoversi: “You must see the movie / The sand in my eyes”, canta David Bowie. “The programme of an hour of magic and illusion” (Kathleen Raine, Optical illusion): e in questo trascorrere tra “magia e illusione”, quando tutto sembra dover essere risucchiato dalla vertigine del vuoto, ritorna la danza ‘intima’ delle ombre e dei corpi, nei gesti impalpabili e tuttavia incarnati nel disegno fantasmatico del cinema e dell’arte.
m.m.
https://rivistafilmcritica.wordpress.com/2017/07/02/le-bianche-ombre-di-mark-kostabi/
 

Full Circle: The Kostaby Story di Sabrina Digregorio sarà proiettato alle 20:30 al Castello Episcopio di Grottaglie (Taranto) il 28 luglio 2017

martedì 25 aprile 2017

Canada: docu-film sui mondi di Tusiani

L'opera di Sabrina Digregorio
E’ arrivata all'Italian Cultural Centre di Vancouver la presentazione del docu-film di Sabrina Digregorio 'Finding Joseph Tusiani - The poet of two lands'. Si tratta di una analisi su un grande rappresentante della cultura italoamericana, Jospeh Tusiani, vincitore di diversi premi letterari, in America come in
Europa. Tra gli ultimi riconoscimenti la nomina a 'Poeta Laureato Emerito dello Stato di New York'. Con il suo lavoro Sabrina Digregorio ha messo in luce gli aspetti più profondi del poeta attraverso un viaggio, a ritroso, nella memoria. "La scelta di raccontare un dramma umano ha spiegato la regista - è una maniera di tutelare la memoria storica". Joseph Tusiani è nato a San Marco in Lamis in provincia di Foggia, il 14 gennaio 1924 e qualche mese prima della sua nascita il padre, Michele era emigrato negli Stati Uniti, ma poi, per paura dei viaggi in mare non tornò più in Italia. Il giovane Giuseppe, poi diventato Joseph, emigrò negli USA dopo essersi laureato, nel 1947 a Napoli. A New York, dopo 24 anni di lontananza, la mamma Maria si ricongiunse con il marito e Giuseppe finalmente potè incontrare il padre. Una storia davvero d'altri tempi che è tornata d'attualità grazie al lavoro di Sabrina Digregorio e a Vancouver il suo docu-film è stato proposto con il patrocinio del Consolato Generale d'Italia, con il console Massimiliani Iacchini in prima fila, coadiuvato dalla Federation of Pugliesi Social Clubs of British Columbia, poi ancora la Regione Puglia con il presidente Michele Emiliano il tutto in collaborazione con il Comites e il Centro Culturale di Vancouver. Il docu-film dopo Vancouver effettuerà altre tappe.

giovedì 13 aprile 2017

NORTH HOLLYWOOD, VANCOUVER, SPECIAL SCREENING IN THE PRESENCE OF DIRECTOR SABRINA DIGREGORIO


FINDING JOSEPH TUSIANI, THE POET OF TWO LANDS


Beautiful evening in honor of worldliness and culture at the Italian Cultural Centre Ballroom of Vancouver for the presentation of the documentary "Finding Joseph Tusiani - the Poet of Two Lands" directed by Sabrina Digregorio.
Figure of reprieve in the world of Italian-American literature, Joseph Tusiani has received numerous literary awards in Europe, as in America -- the last of which being that of being named New York State Poet Laureate Emeritus, on January 9th, 2016. That which has the greatest impact of the work of Sabrina Digregorio on Joseph Tusiani is her capacity to bring to light the great sensitivity and brilliance of the poet himself. The documentary accompanies the viewer on a voyage backwards across and through memory and all phases of poetic justice. Poetry, in fact, at its maximum potential becomes the Virgilio of this narrative in which destinies, contemporary stories and literature intermix themselves into a commingling which is altogether moving. Between one line and the next, it traces between the genesis of the great migration and what one discovers at the same time as the intense story of love between Frances Winwar (Francesca Vinciguerra) and Joseph Tusiani, a memorable and touching encounter made of elective affinities and poetry that will forever change their destinies. 

Gianluca Biscardi - Cultural Officer of General Italian Consulate in Vancouver, Sabrina Digregorio - Director and Producer of Eurybia Films,  Massimiliano Iacchini - Consul of General Italian Consulate in Vancouver.

As Digregorio asserts: "The choice of telling the story of a human drama, the story of a poet also through the intermingling of two so-called non-verbal languages, poetry and film together, is a way of  protecting the memory of the story through emotionalizing. Through the form of a dialogue, a horizontal structure to supersede the old way of building storytelling, I wanted to tell the living life story of this highly renowned author. We discover and become emotional discovering the author through the encounter which occurs between two different generations and cultures. Daiana Giorgi converses with him, asking questions in order to discover him and reveals his biography thereby. All of this takes form through poetry that has true evocative power, that has the capacity to evoke the life and livings of the subject. Poetry becomes a hymn to life, in an intimate light and researched atmosphere.” 

The screening took place under the patronage of the General Consolate of Italy in Vancouver, via the presence of Consulate Massimiliano Iacchini, of the Federation of Pugliesi Social Clubs of British Columbia, of the Region of Puglia, with the presence of President Michele Emiliano, and in collaboration with the COMITES and the Cultural Centre of Vancouver. 
 
"The biography of a true and real man of two worlds, but as he is highlighted with the great sensitivity of director Sabrina Digregorio, even through the story of a path throughout which solitude and absence are alternated in notoriety, through success and recognition", declared Gianluca Biscardi, the Cultural Officer of the General Italian Consulate.
"It is a film of extraordinary cultural value, that came into existence with the purpose of letting the extraordinary work and being of Joseph Tusiani be known and appreciated by the Italian and international pubic" - elaborated Consul Massimiliano Iacchini. 
"In una casa un'altra casa trovo" (In one house another house I find) is the title of Joseph Tusiani's autobiography, and it is within this lens that the narrative structure of the film develops, the story of the extraordinary actuality of a lived emigration which is felt like a drama, like an obliged solitude, like a pain which at times even the greatest success won't succeed in dissolving.


The event was concluded with the reception Gala in the Ballroom of the Italian Cultural Center, where the  entertainment was curated from the greatest down to the tiniest details, from the grand banquet table down to the restrooms. The gratitude for having organized this wonderful event of tasting goes to the Puglia Social Clubs Federation of British Columbia that over many years lavishes itself with the initiative "Tastes of Italy" to present and expand awareness of the typical and original tastes of "Made in Puglia", with the patronage of the General Consulate of Italy in Vancouver. 
Vito Bruno - President of Federation Pugliesi S.C. British Columbia


The producer and director Sabrina Digregorio, Eurybia Films, is taking the film to varied screening rooms and cinemas, also in the United States of America, and is actually at work on another film project which will soon see her back in Vancouver.
ON DEMAND via vimeo: www.findingjosephtusiani.com



Maja Giannoccaro    
  Translated by Eve Harrison  

mercoledì 12 aprile 2017

"FINDING JOSEPH TUSIANI, THE POET OF TWO LANDS": A VANCOUVER PROIEZIONE SPECIALE ALLA PRESENZA DELLA REGISTA SABRINA DIGREGORIO

Abbiamo il piacere di trovare il nostro articolo sull’Aise - agenzia internazionale stampa estero - all’interno del supplemento culturale del martedì!
http://www.aise.it/%E2%80%A6/finding-joseph-tusiani-the-p%E2%80%A6/85658/157

"FINDING JOSEPH TUSIANI, THE POET OF TWO LANDS": A VANCOUVER PROIEZIONE SPECIALE ALLA PRESENZA DELLA REGISTA SABRINA DIGREGORIO



VANCOUVER\ aise\ - Splendida serata all'insegna della cultura presso l'Italian Cultural Centre Ballroom di Vancouver per la presentazione del documentario "Finding Joseph Tusiani - the poet of two lands" diretto da Sabrina Digregorio.
Figura di rilievo nel campo della letteratura italo americana, Tusiani è stato vincitore di numerosi riconoscimenti letterari, sia in Europa sia in America, tra cui non ultima la sua nomina a Poeta Laureato Emerito dello Stato di New York.
Ciò che colpisce di più del lavoro della Digregorio su Tusiani è la capacità di mettere in luce la grande sensibilità e genialità del poeta stesso; il documentario accompagna lo spettatore in un viaggio a ritroso attraverso la memoria e la metrica poetica. La poesia, infatti, nella sua massima potenza diventa il Virgilio di questa narrazione in cui destini, storia contemporanea e letteratura si mescolano in una commistione quasi commovente. Tra una battuta e l’altra si ripercorre la genesi della grande emigrazione ma si scopre anche un’intensa storia d’amore tra Frances Winwar (Francesca Vinciguerra) e lo stesso Joseph Tusiani, un incontro memorabile e toccante fatto di affinità elettive e poesia che cambierà per sempre i loro destini.
Come asserisce la stessa Digregorio: "La scelta di raccontare un dramma umano, la storia di un poeta anche attraverso l’incontro di due linguaggi cosiddetti non verbali, la poesia e il cinema insieme, è un modo per tutelare la memoria storica emozionandosi. Attraverso la forma dialogica, una struttura orizzontale per superare il vecchio modo di costruire lo storytelling, ho voluto raccontare la vicenda di quest’autore importantissimo. Noi scopriamo e ci emozioniamo scoprendo l’autore attraverso l’incontro che avviene tra due generazioni e culture diverse, Daiana Giorgi dialoga con lui, pone domande per scoprirlo e ci svela la sua biografia. Tutto questo, attraverso la poesia che ha un vero potere evocativo, capace di evocare la vita e i vissuti. La poesia diventa un inno alla vita, in un’atmosfera e in una luce intima e ricercata".
La proiezione si è svolta sotto il patrocinio del Consolato Generale d'Italia a Vancouver, nella persona del console generale Massimiliano Iacchini, della Federation of Pugliesi social clubs of British Columbia, della Regione Puglia, nella persona del presidente Michele Emiliano, ed in collaborazione con il Comites ed il Centro Culturale di Vancouver.
"La biografia di un vero e proprio uomo dei due mondi, ma come è stato messo in evidenza con grande sensibilità dalla regista Sabrina Digregorio, anche la storia di un percorso in cui solitudine ed assenze si sono alternate a notorietà, successo e riconoscimenti", ha dichiarato Gianluca Biscardi, cultural officer del Consolato Generale italiano.
"Un film di straordinario valore culturale, che nasce con lo scopo di far conoscere ed apprezzare dal pubblico italiano ed internazionale la straordinaria figura di Joseph Tusiani", ha continuato il console Massimiliano Iacchini.
"In una casa un'altra casa trovo" è il titolo dell'autobiografia di Tusiani; ed in quest'ottica si sviluppa anche la struttura narrativa del film, la storia di straordinaria attualità di una emigrazione vissuta e sentita come un dramma, come una solitudine obbligata, come un dolore che talvolta neanche i successi riescono a stemperare.
La manifestazione si è conclusa con il ricevimento di gala nella Ballroom del Centro Culturale Italiano, dove l’intrattenimento é stato curato nei minimi dettagli, dalla tavola alla sala da ballo. Il ringraziamento per aver organizzato questo evento di degustazione va alla Federazione of Pugliese Social Clubs of British Columbia che da anni si prodiga con l’iniziativa "Sapori d’Italia" per proporre ed espandere la conoscenza dei sapori tipici e originali del "made in Puglia", con il patrocinio del Consolato Generale d’Italia a Vancouver.
La produttrice e regista Sabrina Digregorio (Eurybia Films) sta portando il film in diverse sale anche americane ed é attualmente al lavoro per un altro progetto che la rivedrà presto a Vancouver (www.findingjosephtusiani.com). (maja giannoccaro\aise)

martedì 11 aprile 2017

VANCOUVER, NELLA HOLLYWOOD DEL NORD, PROIEZIONE SPECIALE ALLA PRESENZA DELLA REGISTA SABRINA DIGREGORIO



FINDING JOSEPH TUSIANI, THE POET OF TWO LANDS

Splendida serata all'insegna della cultura presso l'Italian Cultural Centre Ballroom di Vancouver per la presentazione del documentario "Finding Joseph Tusiani - the poet of two lands" directed by Sabrina Digregorio. 
Figura di rilievo nel campo della letteratura italo americana, Tusiani è stato vincitore di numerosi riconoscimenti letterari, sia in Europa che in America, tra cui non ultima la sua nomina a Poeta Laureato Emerito dello stato di New York.
Ciò che colpisce di più del lavoro della Digregorio su Tusiani è la capacità di mettere in luce la grande sensibilità e genialità del poeta stesso, il documentario, accompagna lo spettatore in un viaggio a ritroso attraverso la memoria e la metrica poetica. La poesia, infatti, nella sua massima potenza diventa il Virgilio di questa narrazione in cui destini, storia contemporanea e letteratura si mescolano in una commistione quasi commovente. Tra una battuta e l’altra si ripercorre la genesi della grande emigrazione ma si scopre anche un’intensa storia d’amore tra Frances Winwar (Francesca Vinciguerra) e lo stesso Joseph Tusiani, un incontro memorabile e toccante fatto di affinità elettive e poesia che cambierà per sempre i loro destini. 

Gianluca Biscardi - Cultural Officer del Consolato d'Italia a Vancouver, Sabrina Digregorio - Regista e Produttrice Eurybia Films,  
Massimiliano Iacchini - Console Generale d'Italia a Vancouver



Come asserisce la stessa Digregorio: "La scelta di raccontare un dramma umano, la storia di un poeta anche attraverso l’incontro di due linguaggi cosiddetti non verbali, la poesia e il cinema insieme, è un modo per tutelare la memoria storica emozionandosi. Attraverso la forma dialogica, una struttura orizzontale per superare il vecchio modo di costruire lo storytelling, ho voluto raccontare la vicenda di quest’autore importantissimo. Noi scopriamo e ci emozioniamo scoprendo l’autore attraverso l’incontro che avviene tra due generazioni e culture diverse, Daiana Giorgi dialoga con lui, pone domande per scoprirlo e ci svela la sua biografia. Tutto questo, attraverso la poesia che ha un vero potere evocativo, capace di evocare la vita e i vissuti. La poesia diventa un inno alla vita, in un’atmosfera e in una luce intima e ricercata.”
La proiezione si è svolta sotto il Patrocinio del Consolato Generale d'Italia a Vancouver, nella persona del Console Generale Massimiliano Iacchini, della Federation of Pugliesi social clubs of British Columbia, della Regione Puglia, nella persona  del Presidente Michele Emiliano, ed in collaborazione con il COMITES ed il Centro Culturale di Vancouver.
"La biografia di un vero e proprio uomo dei due mondi, ma come è stato messo in evidenza con grande sensibilità dalla regista Sabrina Digregorio, anche la storia di un percorso in cui solitudine ed assenze si sono alternate a notorietà, successo e riconoscimenti"  ha dichiarato Gianluca Biscardi, Cultural Officer del Consolato Generale  Italiano.
"Un film di straordinario valore culturale, che nasce con lo scopo di far conoscere ed apprezzare dal pubblico italiano ed internazionale la straordinaria figura di Joseph Tusiani"- ha continuato il Console Massimiliano Iacchini.  
"In una casa un'altra casa trovo" è il titolo dell'autobiografia di Tusiani, ed in quest'ottica si sviluppa anche la struttura narrativa del film, la storia di straordinaria attualità di una emigrazione vissuta e sentita come un dramma, come una solitudine obbligata,  come un dolore che talvolta neanche i successi riescono a stemperare.

Vito Bruno - President of Federation Pugliesi S.C. British Columbia


La manifestazione si è conclusa con il ricevimento di gala nella Ballroom del Centro Culturale Italiano, dove il l’intrattenimento é stato curato nei minimi dettagli, dalla tavola alla sala da ballo. Il ringraziamento per aver organizzato questo evento di degustazione va alla Federazione of Pugliese Social Clubs of British Columbia che da anni si prodiga con l’iniziativa “Sapori d’Italia” per proporre ed espandere la conoscenza dei sapori tipici e originali del “made in Puglia”, con il patrocinio del Consolato Generale d’Italia a Vancouver. La produttrice e regista Sabrina Digregorio, Eurybia Films, sta portando il film in diverse sale anche americane ed é attualmente al lavoro per un altro progetto che la rivedrà presto a Vancouver. 

ON DEMAND su vimeo: www.findingjosephtusiani.com
                        

                                                                                                                                                                       Maja Giannoccaro                        

venerdì 24 marzo 2017


On demand via Vimeo,  the documentary film "Finding Joseph Tusiani - The Poet of Two Lands" directed by Sabrina Digregorio


Eurybia Films is proud to announce the launching, on demand via Vimeo, of the documentary film "Finding Joseph Tusiani -The Poet of Two Lands".
Starring Joseph Tusiani, Furio Colombo, and Daiana Giorgi. 
This film narrates the fascinating professional and life journey of the Italian-American poet native of San Marco in Lamis, Joseph Tusiani. His production of poetry in four languages (Italian, Latin, English and in his Gargano dialect) is so ample that one article would not suffice to cover it in its entirety. That which has the greatest impact of the work of Sabrina Digregorio on Joseph Tusiani is her capacity to bring to light the great sensitivity and brilliance of the poet himself. The documentary accompanies the viewer on a voyage backwards across and through memory and all phases of poetic justice. Poetry, in fact, at its maximum potential becomes the Virgilio of this narrative in which destinies, contemporary stories and literature intermix themselves into a commingling which is altogether moving. Between one line and the next, it traces between the genesis of the great migration and what one discovers at the same time as the intense story of love between Frances Winwar (Francesca Vinciguerra) and Joseph Tusiani, a memorable and touching encounter made of elective affinities and poetry that will forever change their destinies. As Digregorio asserts: "The choice of telling the story of a human drama, the story of a poet also through the intermingling of two so-called non-verbal languages, poetry and film together, is a way of protecting the memory of the story through emotionalizing. Through the form of a dialogue, a horizontal structure to supersede the old way of building storytelling, I wanted to tell the living life story of this highly renowned author. We discover and become emotional discovering the author through the encounter which occurs between two different generations and cultures. Daiana Giorgi converses with him, asking questions in order to discover him and reveals his biography thereby. All of this takes form through poetry that has true evocative power, that has the capacity to evoke the life and livings of the subject. Poetry becomes a hymn to life, in an intimate light and researched atmosphere." A. Massa